www.cioccoburro.it

Per scoprire le mie nuove ricette, commentarle e condividerle, vieni sul nuovo sito web!

giovedì 15 novembre 2012

Torta di rose

La torta di rose è un soffice dolce lievitato formato da una pasta brioche farcita con crema pasticcera e gocce di cioccolato... Il ripieno della torta di rose può variare in base ai vostri gusti, ad esempio se non preferite la crema pasticcera potete sostituirla con una crema di burro e zucchero in parti uguali e sostituire le gocce di cioccolato con dell'uvetta. Realizzare la torta di rose non è difficile, per un'ottima riuscita è fondamentale impastare bene la pasta brioche e rispettare i tempi di lievitazione!

Difficoltà: Preparazione: Cottura: Porzioni: Costo:
Media 50' + 2 ore e 30' di lievitazione 30' 12 pezzi circa Medio

       
Ingredienti

Per la pasta brioche
  • 550 g di farina 00
  • 110 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato*
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 ml di latte
  • 150 g di uova (circa 3 medie)
  • 100 g di margarina
    Per guarnire e spennellare
             
      Procedimento
        
      Nella ciotola di una planetaria munita di gancio unire la farina, lo zucchero e il lievito di birra disidratato, se non avete una planetaria servitevi di uno sbattitore munito di ganci. A parte sbattere insieme le uova, il latte e la vanillina con una forchetta (uova e latte dovranno essere a temperatura ambiente). Azionare la planetaria al minimo della velocità e unire il composto di uova, latte e vanillina.
             
        
      Quando il composto sarà omogeneo unire poco per volta la margarina (che dovrà essere di una consistenza cremosa). Far lavorare la macchina per almeno 10-15 minuti, fermandola ogni tanto e spatolando verso il centro eventuali ingredienti che persistono sulle pareti della ciotola. La pasta brioche sarà pronta quando alla fine della lavorazione la maggior parte dell'impasto tenderà a concentrarsi sul gancio della planetaria .
             
        
      Cospargere di farina una ciotola e versarvi la pasta brioche preparata, rivestire la ciotola con della pellicola. Lasciare lievitare la pasta brioche nel forno spento con solo la luce accesa (se volete risultati più sicuri preriscaldatelo a 30 gradi qualche minuto prima), la pasta brioche dovrà più che raddoppiare di volume, ci vorranno all'incirca 2 ore. Una volta lievitata, stendere la pasta brioche su un piano di lavoro spolverizzato di farina e cercare di ottenere un rettangolo delle dimensioni di 40x50 cm circa.
             
        
      Preparate in anticipo la crema pasticcera seguendo questa ricetta ma dimezzando le dosi che vi sono indicate (per semplificare utilizzate della vanillina al posto della vaniglia e del limone), lasciare intiepidire la crema e poi spalmarla su tutta la superficie della pasta brioche lasciando un bordo di circa 4 cm. Cospargere la superficie con le gocce di cioccolato che aderiranno allo strato di crema pasticcera. Procedere arrotolando il tutto partendo dal lato più lungo, per lavorare meglio alla fase successiva il lato di chiusura del rotolo dev'essere rivolto verso il basso.
             
        
      Suddividere il rotolo in tanti tocchetti dello spessore di circa 6 cm. Per ottenere delle sezioni perfette servitevi di un filo di cotone che andrà di volta in volta annodato intorno al rotolo, se utilizzaste un coltello rischiereste di deformare la morbidissima pasta brioche facendo anche fuoriuscire tutto il ripieno. Adagiare i tocchetti ottenuti all'interno di uno stampo del diametro di 28 cm precedentemente imburrato e infarinato (oppure rivestito di carta forno).
             
        
      La torta di rose sta per prendere forma: spennellare la superficie con del latte tiepido e lasciare lievitare per altri 30 minuti, sempre in forno spento con solo la luce accesa. Ecco come deve presentarsi la torta di rose prima di essere infornata, quindi spennellarla ancora con il latte. Non resta che infornare la torta di rose in forno statico a 180° (nella parte centro inferiore) per 30 minuti, se dopo i primi 15 minuti dovesse risultare già ben dorata coprirla con un foglio di alluminio... Fare la prova stecchino e una volta cotta sfornare, e per l'ultima volta spennellare con il latte, questa soffice e fragrante torta di rose!
             
      Suggerimento
      Se non viene consumata subito conservare la torta di rose in un foglio di alluminio o in un contenitore con chiusura ermetica. Conservata in queste condizioni si mantiene soffice e fragrante per almeno due giorni!
           
      *E' possibile sostituire la bustina di lievito di birra disidratato con un panetto di lievito di birra fresco da 25 g, se usate quest'ultimo sbriciolatelo e mischiatelo alla farina prima di unire il resto degli ingredienti.

      10 commenti:

      1. Che buona, questa è una delle mie preferite!
        ok, faccio 1200 km e vengo a fare colazione da te...
        un abbraccio. Stefy.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. graziee :D ho appena fatto colazione, ed è ancora sofficissima!!!

          Elimina
      2. troppo buona questa davvero!! sei bravissimo complimenti!
        ho qualche dubbio però:
        posso lavorala a mano la pasta? o con uno sbattitore normale e poi a mano?
        come faccio a tagliarla con il filo in cotone??

        grazie in anticipo e ancor acomplimenti

        l.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ciao L. puoi lavorare la pasta con lo sbattitore munito di ganci anzichè di fruste, altrimenti serviti di un buon mestolo e lavora a mano solo verso la fine! Tagliarla col filo di cotone è semplicissimo, basta annodarlo intorno al pezzo che desideri tagliare, tiri il filo e zac: fetta perfetta! ;)

          Elimina
      3. Ciao, anch'io verrei molto volentieri a mangiarmi una fetta di questa meravigliosa torta, ti è venuta benissimo!!!
        Ti seguo e se ti fa piacere passa a trovarmi.
        A presto.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Grazie che piacere le tue parole! :)

          Elimina
      4. grazie mille allora...andrò a comprare i ganci per lo sbattitore!! grazie e qancora complimenti!!

        l.

        RispondiElimina
      5. ciao, cosa intendi per lievito disidratato? scusa l'ignoranza!

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ciao Anonimo, il lievito di birra disidratato è la stessa cosa del lievito di birra fresco con la sola differenza che è totalmente privo di acqua ed è allo stato granulare il che consente di conservarlo per lunghi periodi senza che si rovini, al contrario invece del lievito di birra fresco! ;)

          Elimina
      6. Caro giuseppe devo proprio provarla .. ha un aspetto così invitante

        RispondiElimina

      I commenti non sono più attivi, puoi commentare le ricette sul nuovo sito www.cioccoburro.it ...Seguimi!

      Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.