www.cioccoburro.it

Per scoprire le mie nuove ricette, commentarle e condividerle, vieni sul nuovo sito web!

lunedì 24 dicembre 2012

Tronchetto delle nevi

Oggi è vigilia e com'è ormai di tradizione su CioccoBurro pubblico sempre un tronchetto natalizio! Questo tronchetto l'ho fatto con la pasta biscotto al cacao e una crema di mascarpone e orzo, quindi perfetta per chi non mangia dolci al caffè. L'ho chiamato così per la crema bianca che lo ricopre come la neve e i pezzetti di cioccolato che spuntano come la corteccia... Quasi dimenticavo, Buone feste a tutti!

Difficoltà: Preparazione: Cottura: Porzioni: Costo:
Media 40' 5-10' 10 persone Medio

       
Ingredienti

Per la pasta biscotto al cacao
  • 125 g di zucchero; 1 bustina di vanillina; 4 uova; 75 g di farina; 1 pizzico di sale; 25 g di fecola; 25 g di cacao amaro; 1 cucchiaino di lievito per dolci.
Per la crema di mascarpone e orzo
  • 3 cucchiai di orzo solubile; 3 cucchiai di latte; 3 cucchiaini di zucchero; 500 g di mascarpone; 125 g di zucchero; 100 ml di panna da montare.
Per guarnire e decorare
  • 1/2 cubo di cioccolato fondente (25 g circa); 50 g di gocce di cioccolato; zucchero a velo a piacere.
           
    Procedimento
     
    Per prima cosa preparare la cremina d'orzo unendo in un pentolino l'orzo solubile, il latte e i 3 cucchiaini di zucchero lasciare sciogliere il tutto a fuoco dolce e far raffreddare qualche minuto. In una ciotola unire il mascarpone, i 125 g di zucchero e la cremina d'orzo.
           
     
    Amalgamare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo, dopodiché unire la panna (precedentemente montata a neve ben ferma) e incorporarla dal basso verso l'alto così da non smontare. Una volta che la panna è stata completamente unita la crema è pronta, coprire la ciotola e riporre il tutto in frigo a rassodare.
           
     
    Dedicatevi alla preparazione della pasta biscotto al cacao seguendo il procedimento indicato in questa ricetta, dopodiché sformarla su un canovaccio spolverizzato di zucchero e rimuovere delicatamente la carta forno. Spalmare uniformemente poco più della metà di crema (lasciando un bordo di 2 cm circa) e poi cospargere la superficie con le gocce di cioccolato.
           
     
    Arrotolare il tutto partendo dal lato più corto e trasferire il rotolo su un foglio di carta alluminio (con la parte di chiusura rivolta in basso), poi foderarlo e riporlo a rassodare in frigo per almeno 1 ora. Prima di iniziare a sagomare e a decorare il tronchetto tagliare a strisce irregolari e sottili il 1/2 cubotto di cioccolato fondente.
           
     
    Tagliare le due estremità del rotolo in senso obliquo, poi trasferire la parte più lunga su un vassoio e adagiare le due estremità ai lati: ecco ottenuta la sagoma del tronchetto.
           
     
    A questo punto non resta che spalmare la crema rimasta su tutta la superficie del tronchetto lasciando però scoperte le 4 estremità che simuleranno i nodi del legno. Con uno stecchino rigare la superficie del tronchetto così da richiamare i motivi della corteccia.
           
     
    Guarnire il tronchetto con il cioccolato tritato e infine spolverizzare con lo zucchero a velo, conservare in frigo coperto con alluminio se non viene consumato subito... Buon tronchetto delle nevi!

    6 commenti:

    1. Questa crema dev'essere veramente delicata, complimenti, davvero un bel tronchetto.
      Tantissimi auguri a te e famiglia.
      Stefania

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Buon Natale e Buone feste Stefania, grazie di essere passata :)

        Elimina
    2. Buon Natale ! Complimenti per questo dolcetto !!!

      RispondiElimina
    3. Ehm...dov'è la crema bianca che sembra neve...???;-)

      RispondiElimina
      Risposte
      1. l'idea di partenza era una crema bianca ma poi ho scelto di arricchirla con l'orzo che la rende più golosa ;)

        Elimina

    I commenti non sono più attivi, puoi commentare le ricette sul nuovo sito www.cioccoburro.it ...Seguimi!

    Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.